Controlli di produzione e finali

CONTROLLI SULLE MATERIE PRIME:

La qualita’ e le caratteristiche costanti del prodotto finale iniziano con i controlli effettuati sulle materie prime in ingresso, che devono risultare idonee.
A questo scopo sono stati definiti dei parametri precisi quali ad esempio il range di viscosita’ del poliuretano, la disperdibilita’ delle polveri e la loro reattivita’.
Sul poliuretano utilizzato viene effettuata la prova di viscosita’ in base alla norma ISO 289 , per verificare che rientri nei valori stabiliti a sistema.
Per la CER01 e CER01 ULTRAMORBIDA le materie prime in polvere vengono setacciate con vibrosetacci, le caratteristiche delle reti utilizzate sono anch’esse definite a sistema.

CONTROLLI SUL PRODOTTO:

Di ogni lotto, o mescola, viene stampato un provino per il controllo visivo della superficie e viene prodotta la curva reometrica, che ne verifica il comportamento in fase di vulcanizzazione.
Lo strumento utilizzato e’ un reometro a camera oscillante, le prove reometriche vengono effettuate secondo metodi prova definiti da norme unificate.
Le norme i quali requisisti risultano soddisfatti con il nostro strumento sono: la ISO 6502, la ASTM D 6204 e la DIN 53 529-3

A campione viene eseguito il test della durezza shore A con un durometro automatico.
La metodica analitica di riferimento in base alla quale viene effettuata la prova e’ la norma ISO 868 shore A rilevata a 3 secondi, il valore ottenuto e di riferimento e’ il risultato della media su cinque rilevamenti.

Tutti gli strumenti, regolarmente tarati, sono gestiti tramite PC, i report relativi vengono conservati in archivio per un anno dalla data di produzione del singolo lotto.
I criteri di accettabilita’ (tolleranze) che il cliente si deve aspettare sono riportati sulle relative istruzioni che fanno parte del sistema di gestione integrato qualita’/ambiente di Cergomma e possono essere richiesti ad RQA.

CONTROLLI FINALI:

La registrazione dei controlli relativi al formato, allo spessore, al peso e alla condizione dell’imballo viene fatta apponendo il numero del lotto sull’imballo e la firma sul documento relativo da parte dell’operatore che ha effettuato le operazioni .
Su ogni pacco fornito compare il numero che identifica quel singolo lotto e che ne assicura la rintracciabilita’.